Kalymnos

In ordine di grandezza è la quarta isola del Dodecaneso, con i suoi 111 Kmq, lunghezza costiera di 96 Km, e 17.000 abitanti. Viene indicata come “isola dei pescatori di spugne” a causa dello sviluppo della pesca delle spugne nel XIX secolo. Dopo la II guerra mondiale Kàlymnos si trovò a detenere il monopolio della pesca delle spugne in Grecia, con esportazioni in Grecia e all’estero, tanto da essere oggi conosciuta come l’isola dei pescatori di spugne. Nell’antichità era nota, assieme a Leros, con il nome di Kalydnai Nesoi). Si narra che i suoi primi abitanti fossero i Carii provenienti dall’Asia Minore. Venne occupata dai Cavalieri di Rodi dal 1306 fino al 1522, allorché passò sotto la dominazione turca e in seguito (1912) sotto quella italiana, finché nel 1948 si unì definitivamente alla Grecia. Oggi è una destinazione internazionalmente nota per chi cerca vacanze alternative, per attività come arrampicate, immersioni subacquee, podismo montano e speleologia.

Contattaci